Lettori fissi / segui il blog!

La mia settimana librosa # 12

Ciao a tutti! sono in ritardo con le recensioni, mi si stanno accumulando libri letti e non recensiti, porrò rimedio, prima o poi.
Ecco le news in biblioteca:
Ho finito di leggere Un aereo senza di lei di Michel Bussi (ed adesso posso dirlo: non mi è piaciuto, non mi ha intrigato, non mi sono affezionata ai personaggi) e ieri notte ho finito anche I ricordi della casa sul lago, di Rosie Thomas, che, al contrario mi ha intrigato. Non commento e vi prego di non soffermarvi sulla copertina, oscena e del tutto fuorviante. Si tratta di un romanzo di certo leggero, un misto tra i romance di Kate Morton e Rachel Hore, due piani temporali, una nipote che ripercorre la storia della nonna, nell'India coloniale. Il libro è ben scritto e l'ho trovato ottimo come lettura di pura evasione.
Un segreto di famiglia nascosto fra le pieghe di uno scialle di ineffabile bellezza. Una foto ingiallita dal tempo che ritrae quattro donne e le unisce con un filo invisibile, un viaggio che cambierà la vita di Mair per sempre. Il richiamo di una terra lontana, e nulla sarà più come prima. Al di là dell'oceano, in uno spazio in cui i confini del tempo si perdono, c'è la valle del Kashmir, con i suoi volti e i suoi colori, le sue storie e la speranza di una nuova vita. Per scoprire la verità, Mair dovrà tessere i fili di una storia troppo a lungo taciuta, facendone riaffiorare il finale perduto. Un romanzo che intreccia due generazioni di donne, superando i limiti dello spazio e del tempo, per restituire al lettore l'affresco esotico e avventuroso di una terra magica.

Ho appena iniziato a leggere 6.41 di Jean Philippe Blondel , sono solo all'inizio, non mi esprimo.
Dopo un week-end trascorso per dovere a casa dei genitori, Cecile sta rientrando a casa. È mattina prestissimo, e lei prova un senso di leggerezza. Ma quando il treno sta per partire qualcuno le si siede accanto. Qualcuno con un'aria familiare. È invecchiato, eppure non ci sono dubbi che sia Philippe, con cui Cecile aveva avuto una storia ai tempi dell'università... L'incontro casuale, sul treno per Parigi delle 6.41, tra un uomo e una donna che molti anni prima si sono amati e odiati. L'imbarazzo e gli sguardi distolti. Poi il silenzio freddo del viaggio. Ci sarà spazio, prima dell'arrivo, per un cenno di riconoscimento, di scuse o magari per un caffè?
Non ci sono grandi novità tra le new entry, aspetto con ansia l'uscita del nuovo romanzo di Gianrico Carofiglio..e poi si vedrà!

Commenti

  1. "I ricordi della casa sul lago" mi attira sia per la scelta dell'India come ambientazione che per le storie che si intrecciano e si sviluppano nel tempo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..è il classico romanzone, amore, amicizia, luoghi esotici, la guerra. Si legge con facilità ed è scritto benino.

      Elimina

Posta un commento

Post più popolari