Lettori fissi / segui il blog!

Recensione: In viaggio contromano di Michael Zadoorian (Ediz. Marcos y Marcos, 2017).


Buongiorno Lettori, oggi vi parlo di un libro che trova nella tenerezza e nella semplicità le sue armi vincenti, si tratta del romanzo In viaggio contromano (The Leisure Seeker) di Michael Zadoorian, una storia intimista, in cui, più che gli accadimenti, pochi, contano i sentimenti e i ricordi di una vita. 

John e Ella, sposati da sempre, hanno ottant'anni e una lista di problemi di salute lunga quanto un compendio di medicina. Lui ha gravi vuoti di memoria, ma un fisico ancora forte; lei ha una mente lucida come un cristallo, ma un corpo minato da un grave male. Sul viale del tramonto, decidono, in barba alle prescrizioni mediche e al parere dei figli, di salire sul camper che li ha accompagnati in tante vacanze, il Leisure Seeker, e di partire per un ultimo viaggio, da Detroit, dove vivono, fino a Disneyland in California, percorrendo la storica Route 66.

È un viaggio lungo i sentieri della memoria, quello di Ella e James, un viaggio metaforico che ripercorre le tappe del loro inossidabile amore, dal giorno in cui si sono conosciuti, alla nascita dei figli, dalle vacanze di famiglia sul Leisure Seeker, ai primi acciacchi legati al trascorrere inesorabile degli anni. 
La storia personale di Ella e John si intreccia, lungo le tappe di questa malinconica ultima vacanza, con quella, tutta americana, della Route 66. La mitica Route 66, nata negli anni venti per collegare gli stati dell'est con la costa del pacifico, più precisamente Chicago con Santa Monica in California, attraversando il cuore degli Stati Uniti e divenendone un simbolo storico, testimone dell'esodo verso ovest negli anni della grande depressione ("Mother road", la definì John Steinbeck nel romanzo Furore), e, anni dopo, della rinascita economica del dopoguerra, che la trasformò nella strada delle vacanze di una generazione di americani; fino alla chiusura negli anni ottanta, ormai superata dalla rete di nuove, veloci autostrade. Tra fast food e vecchie insegne di attrazioni turistiche ormai dimenticate, motel polverosi e paesaggi lunari, il bizzarro viaggio di Ella e John è un viaggio contromano, controcorrente, un invito a godere ogni attimo, senza fretta, un elogio della resilienza, del potere dei ricordi e della fedeltà, nella buona e nella cattiva sorte. 

Un romanzo di piccoli avvenimenti, narrato con ritmo pacato, In viaggio contromano strappa qualche sorriso e avvolge il lettore di malinconica tenerezza. 


Genere: Un amore lungo una vita.
Pagine: 282.
Voto: 
 meno.

Commenti

  1. Tanto tenero e il finale, giustissimo, mi ha straziato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mamma mia, proprio da magone. Un romanzo che non si dimentica.

      Elimina
  2. Questo libro lo comprerei solo per la copertina. Scherzi a parte, ne ho sentito parlare e fa parte della mia lista, che prima o poi verrà anche messa in pratica.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari