Lettori fissi / segui il blog!

La mia settimana librosa # 6


Buona giornata! eccomi per il riassuntino settimanale (ok, proprio settimanale non è, chiedo perdono) delle mie letture. Sto leggendo un sacco di bei libri, è un periodo positivo!
Ho finito il bellissimo Conta le stelle se puoi di Elena Loewenthal (qui la recensione), un romanzo che mi ha lasciato un sacco di belle emozioni.
Sto leggendo La sirena di Camilla Lackberg, devo dire che questa autrice, creatrice della serie gialla con protagonisti l' Ispettore Patrik Hedstrom e sua moglie Erika Falck, riesce (quasi) sempre ad essere all'altezza delle aspettative. Questa serie di polizieschi, ambientati nel bellissimo paesino di Fjallbacka in Svezia, ha un buon ritmo e personaggi ben descritti. Quest' ultimo romanzo non fa eccezione. Mi sta piacendo.
Segnalo, a chi fosse interessato, che i primi due libri dell'autrice sono attualmente in vendita su Ibs a 4,99 euro in versione ebook (7,99 euro i tre capitoli successivi) (link).
Da questi romanzi è stata tratta una serie TV dal titolo Omicidi tra i fiordi (che mi propongo di guardare presto).
Ecco la serie completa, edita da Marsilio




Per le letture future sono ancora indecisa, ma ho fatto un po' di scambi, acquisti ecc. e devo dire che ho solo l'imbarazzo della scelta! Ecco alcuni titoli:
Lisa Ballantyne, Il colpevole, un thriller psicologico non recentissimo, la cui trama mi ha attirato, ricordandomi molto un film con Andy Garcia, The unsaid- Sotto silenzio, che mi era piaciuto parecchio anni fa (in effetti pensavo il film fosse la trasposizione cinematografica del libro..ma non ne ho trovato menzione da nessuna parte).

Sebastian Croll ha undici anni, grandi occhi verdi, lineamenti delicati ed è sospettato di aver brutalmente ucciso Ben Stoker, suo compagno di giochi, fracassandogli il cranio con un mattone e nascondendone il cadavere in un angolo di fitta vegetazione di Barnard Park. Il ragazzo è alla stazione di polizia di Islington quando viene raggiunto da Daniel Hunter, il legale che ha l'incarico di difenderlo, e che ha alle spalle una vita intera dedicata a occuparsi di minori: quindicenni accusati di aver sparato a compagni di gang, adolescenti dediti al crimine per qualche grammo di droga. Mai, però, un ragazzino cosi giovane, praticamente un bambino. Sebastian sembra tutto fuorché l'autore di un omicidio tanto atroce: è eccezionalmente bello, ha uno sguardo intelligente e i modi rispettosi e beneducati. Gli indizi, tuttavia, sono tanti, i testimoni anche e l'atteggiamento di Sebastian non aiuta certo a fugare i dubbi. Incalzato dalle domande della polizia, il bambino muta abilmente versione ogni qual volta viene messo di fronte a nuove evidenze. Con l'aria più innocente riesce a trarsi fuori dalle trappole tese dagli inquirenti durante il lungo interrogatorio. E la domanda rimane aperta: è l'assenza di malizia, propria solo dell'età dell'innocenza, che lo guida o la lucidità di chi è già capace di mentire, rielaborare e manipolare senza rimorsi e sentimenti? Un thriller psicologico che trascina il lettore nella zona d'ombra che non risparmia nemmeno l'età dell'innocenza.

Chad Harbach, L'arte di vivere in difesa, romanzo di formazione ambientato in un college, un genere che mi piace molto.


Quando arriva al Westish College, sulle sponde del lago Michigan, Henry Skrimshander è un ragazzo gracile e spaesato, certo soltanto della propria inadeguatezza. Ma sul campo da baseball si trasforma, e un istinto infallibile lo guida in gesti di una grazia assoluta. Mike Schwartz, il suo mentore e migliore amico, ripone in lui tutte le sue speranze di ragazzone stempiato dal cuore grande e dal futuro incerto, mentre Owen Dunne, il compagno di stanza gay e mulatto, lo confonde con l'inarrivabile spigliatezza dei modi e i lapidari giudizi in fatto di letteratura e blue jeans. Poi c'è Guert Affenlight, il rettore che a sessant'anni ha ceduto alla forza di un sentimento inconfessabile, e adesso lotta felice e sgomento per non soccombere alla marea delle proprie emozioni impazzite. Sua figlia Pella sta per tornare in città con una vecchia borsa di vimini e un matrimonio fallito alle spalle, precoce e irrequieta come il giorno in cui se ne andò. Ma al Westish, tra drammi che incombono e amori incipienti, tutto sta per cambiare. E ciascuno, che lo voglia o no, sarà costretto a fare i conti con quella cosa luminosa e terribile che chiamiamo vita.


Asa Hellberg, Insegui la tua stella, un romanzo leggero e (spero) frizzante sul cambiare vita...anche quando tutto sembra già "deciso".

Stavolta Sonja ha davvero lasciato tutte a bocca aperta: la sua morte improvvisa e un po' comica all'ingresso dei grandi magazzini lascia sconcertate le sue tre amiche del cuore: com'è possibile che nessuna sapesse della sua precaria salute? La sorpresa è assai più grande quando Rebecka, Susanne e Maggan scoprono di essere le eredi di una strabiliante fortuna. Ma non è finita qui... Se vogliono entrarne in possesso, le tre amiche dovranno seguire passo passo alcune istruzioni che Sonja ha stilato nel testamento: Rebecka, una workaholic all'ultimo stadio, dovrà mollare il lavoro e trasferirsi a Maiorca; Susanne, splendida hostess dagli amori burrascosi, dovrà gestire un hotel a Londra; Maggan, nonna a tempo pieno, dovrà realizzare il suo sogno e scrivere un romanzo a Parigi. Mentre ciascuna fa a pugni con i suoi difetti e le sue paure, rimane ancora un interrogativo da sciogliere: cosa voleva veramente Sonja? Perché sta scombussolando radicalmente le loro abitudini? Si può cambiare vita a qualsiasi età? Solo se trovi la tua strada sarai felice.



Per oggi è tutto. Voi cosa ne dite? cosa state leggendo? conoscete già questi titoli, li avete letti?? fatevi sentire!

Commenti

  1. Buongiorno Tessa,
    dunque dunque, non so se leggerò la serie che hai postato, ma di sicuro il telefilm mi garberebbe!!
    Un libro che decisamente segnerò nella wishlist è "insegui la tua stella"
    Grazie per questi utili consigli!
    Salvia

    RispondiElimina
  2. Ciao Salvia! I telefilm tratti dai gialli della Lackenberg sono già nel mio pc pronti per essere visionati...ti farò sapere se vale la pena.
    Insegui la tua stella..l'ho scelto un po' per la trama, un po' attirata dalla copertina, speriamo mantenga le aspettative!
    Buon week end!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari