Lettori fissi / segui il blog!

Recensione: Il rumore della pioggia di Gigi Paoli (Ediz. GIunti, 2016).

Cari lettori oggi vi propongo un romanzo giallo a tinte noir, opera d'esordio di un giornalista di lungo corso, per anni responsabile della cronaca giudiziaria della redazione fiorentina del quotidiano La Nazione, si tratta de Il rumore della pioggia di Gigi Paoli.

Qualche settimana fa, chiacchierando di libri e letture con Lea, una delle Due lettrici quasi perfette, ho scoperto questo romanzo, che Lea aveva appena iniziato. Sempre alla ricerca di un giallo che soddisfi il mio palato di ex lettrice compulsiva del genere, ho deciso di tuffarmi anch'io tra le pagine di questa storia ambientata in una Firenze cupa e piovosa.

Oggi, eccezionalmente a blog "unificati", potete trovare il nostro pensiero su questo romanzo, il mio qui sotto, quello di Lea seguendo questo link: 
Due lettrici diverse, opinioni diverse? Scopritelo con noi.

Il rumore della pioggia è un noir dal taglio giornalistico, l'autore si muove in un territorio a lui ben noto e propone un protagonista, Carlo Alberto Marchi, che di mestiere, non a caso, fa il cronista di nera per un noto quotidiano di Firenze. 
L'omicidio di un commerciante di oggetti di antiquariato religioso, in un bel palazzo signorile del centro città di proprietà della Curia, è il punto di partenza per un'indagine di giornalismo investigativo, e non solo, ambientata in una Firenze ben lontana da quella patinata e da cartolina che viene normalmente proposta ai turisti.
Un'indagine tradizionale, che si gioca tra le strade di una metropoli cupa e dai mille volti e il nuovo palazzo di giustizia, un mostro di acciaio, sgraziato e apparentemente così fuori luogo nella città simbolo e culla del Rinascimento: Gotham, così Carlo ha ribattezzato questa costruzione, dove lui e i suoi colleghi giornalisti passano ore e ore a caccia di notizie, ufficiali o meno, sui casi di cronaca nera cittadina. Dentro Gotham, Carlo si muove con sicurezza, e nei suoi corridoi claustrofobici e nei suoi uffici, lavorano magistrati, investigatori, rappresentanti delle forze dell'ordine: ovvero i tanti personaggi che avranno un ruolo ben preciso nella soluzione del caso del commerciante assassinato.
La storia c'è, e funziona. Paoli ci conduce piano piano alla soluzione, ci presenta, uno dopo l'altro, i protagonisti dell'indagine, punta i riflettori ora sull'uno ora sull'altro, ci mostra indizi, alibi e moventi. Ci invita a cercare l'assassino, insomma, come nel più classico dei gialli.
Lo fa con uno stile dal taglio giornalistico, come ho già scritto, piacevole e scorrevole, anche se alcune situazioni e alcuni personaggi risultano più azzeccati di altri. Il protagonista, ad esempio, giornalista e padre single di una figlia che si avvicina inesorabilmente all'età "difficile", è credibile e ben descritto, eppure, a mio avviso, non sempre riesce ad essere incisivo: il suo umorismo non è tagliente, a volte non centra il bersaglio, e non ha ancora quel "qualcosa di più ", capace di renderlo un personaggio speciale, in grado di fidelizzare i lettori in previsione di una serialità (annunciata dall'autore in una recente intervista).
Si tratta di un romanzo d'esordio, in definitiva, molto interessante, che mi ha colpita per la trama e per l'ambientazione; In attesa di un secondo capitolo. 
Non lo voto, in quanto libro d'esordio, ma merita sicuramente una piena sufficienza.
E Lea? Che ne pensa? L'umorismo di Carlo Marchi le sarà "arrivato"? Correte a scoprirlo!

Commenti

  1. Salve! Bellissima recensione e come avevo intuito ..la pensiamo proprio allo stesso modo.
    Ora che libro leggiamo in contemporanea????
    Buona notte da Lea

    RispondiElimina
  2. Mi ispira molto questo noir, vorrei premiare quest'esordio e mi hai convinta a farlo. Ora però, per la par condicio, passo da Lea!

    RispondiElimina
  3. Ciao Tessa, ho appena scoperto il tuo blog ed è meraviglioso! C'è tutto quello che deve esserci e manca quello che deve mancare, per questo sono diventata una tua lettrice fissa e mi fa davvero piacere. Colgo l'occasione di questo commento per invitarti a partecipare alla Challenge natalizia che ho lanciato sul mio blog "La contessa rampante", si tratta di un modo per poter condividere nelle nostre letture natalizie con altri appassionati di libri e terminerà con un meraviglioso Giveaway, ti aspetto :)

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari