Lettori fissi / segui il blog!

la mia settimana librosa 3. #4.

Ciao Lettori! eccoci al riassunto delle mie letture e delle nuove entrate.
Rispetto alla scorsa puntata ho letto:
I frutti del vento di Tracy Chevalier, un bel romanzo, un po' "freddo" per i miei gusti, qui trovate la recensione.
Le convalescenti di Michele Gazier, un libro spiazzante, molto particolare, qui la recensione.
L'estate che ammazzarono Efisia Caddozzu di Marisa salabelle, l'outsider, iniziato per caso e molto gradito! eccolo qui.
Sto leggendo Città in fiamme di Garth Risk Hallberg, romanzo appena uscito per Mondadori, che mi ha omaggiato di una copia e che ringrazio. E' una lettura impegnativa, ostica, un fiume di parole, 1000 pagine, chissà se riuscirò  a venirne a capo. Difficile ma ipnotico, vedremo.
New York, 1977. Il Bronx è in fiamme e Central Park è il terreno di caccia di rapinatori ed eroinomani, il punk sta nascendo e gli artisti ancora affittano le soffitte a Manhattan. La notte di Capodanno corre sul filo del rasoio. È quasi mezzanotte quando si alza una tempesta di neve e, nel frastuono dei fuochi d'artificio, uno scoppio attraversa Central Park. Uno sparo. Forse due. Il momento esatto in cui scocca la mezzanotte. Gli eventi intrecciano i destini di un insolito gruppo di newyorkesi: Regan e William Hamilton-Sweeney, i riluttanti eredi di una delle più straordinarie fortune di New York; Keith e Mercer, gli uomini che, nel bene e nel male, li amano; Charlie e Samantha, due ragazzini di Long Island attratti a Manhattan dall'incandescente scena punk. Il momento esatto in cui la pasticca fa effetto. I nuovi arrivati incantati dalla città e quelli che della città sono così stanchi che la darebbero alle fiamme: tutto parte dell'ossessione di un reporter e di un detective che cercano di capire cosa c'entra ciascuno di loro con lo sparo in Central Park. Il momento esatto in cui va via la luce. Che lo sappiano o meno, sono tutti legati dalla stessa storia una storia su quanto le persone più vicine a noi sono a volte le più difficili da conoscere, una storia dove amore e arte, crimine e tradimento. Storia e rivoluzione sono racchiusi in un unico ordigno, pronto a esplodere. New York, 13 luglio 1977. Il momento esatto in cui esplode.

New entry di queste settimane!
Adesso di Chiara Gamberale. Non ho resistito, l'ho comprato in ebook, penso mi servirà per intervallare Città in fiamme (dal quale, me lo sento, dovrò prendermi delle pause). La Gamberale mi colpisce spesso al cuore, semplice ma diretta. Spero questo ultimo romanzo non mi deluda.
Esiste un momento nella vita di ognuno di noi dopo il quale niente sarà più come prima: quel momento è adesso. Arriva quando ci innamoriamo, come si innamorano Lidia e Pietro. Sempre in cerca di emozioni forti lei, introverso e prigioniero del passato lui: si incontrano. Rinunciando a ogni certezza, si fermano, anche se affidarsi alla vita ha già tradito entrambi, ma chissà, forse proprio per questo, finalmente, adesso... E allora Lidia che ne farà della sua ansia di fuga? E di Lorenzo, il suo "amoreterno", a cui la lega ancora qualcosa di ostinato? Pietro come potrà accedere allo stupore, se non affronterà un trauma che, anno dopo anno, si è abituato a dimenticare? Chiara Gamberale stavolta raccoglie la scommessa più alta: raccontare l'innamoramento dall'interno. Cercare parole per l'attrazione, per il sesso, per la battaglia continua tra le nostre ferite e le nostre speranze, fino a interrogarsi sul mistero a cui tutto questo ci chiama. Grazie a una voce a tratti sognante e a tratti chirurgica, ci troviamo a tu per tu con gli slanci, le resistenze, gli errori di Lidia e Pietro e con i nostri, per poi calarci in quel punto "sotto le costole, all'altezza della pancia" dove è possibile accada quello a cui tutti aspiriamo ma che tutti spaventa: cambiare. Mentre attorno ai due protagonisti una giostra di personaggi tragicomici mette in scena l'affanno di chi invece, anziché fermarsi, continua a rincorrere gli altri per fuggire da se stesso...
I garbati maneggi delle signorine Devoto di Renzo Bistolfi. Mi ero ripromessa di leggerlo e oggi l'ho ricevuto in regalo! Sarà sicuramente una delle mie prossime letture!
Nella Via Privata Vassallo, a Sestri Ponente, il tempo trascorre lento, le tradizioni si rispettano e il clamore del mondo arriva attutito. Regine di questo regno, chiunque vi abiti lo sa, sono le signorine Devoto: Santa, Mariannin e Siria, uguali eppur diverse, e convinte che il genere umano si divida in due: le persone per bene, rispettabili, cristiane e all'antica, e quelle poco raccomandabili, cioè tutte le altre. Miti e riservate, saranno proprio loro, tuttavia, a scendere in campo per prime e con insospettabile decisione quando la tranquillità e il buon nome del loro mondo verranno minacciati. Qualcuno infatti ha messo gli occhi sulle belle proprietà della Via Privata Vassallo, qualcuno pronto anche al crimine pur di ottenere ciò che vuole. Il romanzo di Renzo Bistolfi è una fotografia degli anni Cinquanta, velata di amabile nostalgia per un luogo e un tempo ormai scomparsi, e per una piccola folla di personaggi di straordinaria umanità.
La scelta di Sigmund di Carlo Martigli. Un romanzo storico dalla trama particolare, omaggio di Mondadori. Un libro che mi incuriosisce molto.la scelta di sigmund
Roma, 1903: la quiete della dolce notte estiva è turbata da un delitto perpetrato nel luogo più inviolabile, il Vaticano. Una guardia svizzera viene trovata morta insieme a una cameriera. Il vecchio papa ha le mani legate: indagini ufficiali solleverebbero un polverone, mettendo a repentaglio la credibilità della Chiesa. Ci penserà il Padre eterno a punire il colpevole. Ma quel che Leone XIII vuole assolutamente impedire è che, dopo la sua morte, il soglio di Pietro sia occupato da una persona coinvolta nel crimine. Così, per risolvere il mistero con la dovuta discrezione, Leone XIII decide di avvalersi della consulenza di un medico viennese, che si dice abbia elaborato teorie che rivoluzioneranno per sempre l'indagine della mente umana: Sigmund Freud. Con il suo metodo psicoanalitico, Freud dovrà portare alla luce il segreto che si cela nel cuore buio di uno dei cardinali destinati a diventare papa: Mariano Rampolla del Tindaro, il segretario di Stato, Luigi Oreglia di Santo Stefano, decano dei cardinali e camerlengo, Joaquín De Molina y Ortega, aiutante di camera del pontefice. E dovrà fare in fretta, perché il colpevole potrebbe tornare a colpire. Ad affiancarlo, un novizio in cui il papa ripone totale fiducia, Giuseppe Angelo Roncalli, giovanissimo ma già in odore di santità. Tra le strade chiassose di una Roma abbacinante e dentro le spesse mura del Vaticano – in cui convivono la bellezza senza tempo della Cappella Sistina e le stanze segrete in cui si tessono complicate trame diplomatiche – si muove uno straordinario gruppo di personaggi. Sigmund Freud, nella cui severa imperturbabilità trova spazio l'incapacità di resistere a un buon sigaro e alle lusinghe femminili; Leone XIII, papa modernissimo e sagace, che all'eccentricità unisce una fede concreta e propositiva; un giovane novizio, Giuseppe Angelo Roncalli, d'animo puro e cervello fine, e la cameriera Maria, semplice, intelligente e sensuale, con sua figlia Crocifissa, uno spirito ribelle che non si fida del dottore viennese...

Per oggi è tutto; voi li conoscete questi romanzi? li avete letti/li leggerete?
Alla prossima!

Commenti

  1. Per Città in fiamme aspetto di leggere la tua recensione, ma la mole mi spaventa. I garbati maneggi li ho letti: molto, molto carino. La Gamberale la leggerò, ma solo dopo che l'avranno fatto i miei utenti più appassionati. La scela di Sigmund non so, gli storici mi piacciano a patto che siano ambientati in Inghilterra nel XIX secolo. Sarà colpa di zia Jane.
    un saluto da lea e buone letture

    RispondiElimina
  2. Ciao Tessa! Anch'io ho letto i Garbati maneggi e mi è piaciuto proprio tanto. Le 1000 pagine...passo. La Gamberale...aspetto opinione di Lea. L'ultimo invece mi stuzzica parecchio. Attendo tue news.
    Ciao da Stefania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti farò sapere come procedono le letture, ammesso che riesca a sopravvivere a Città in fiamme! Ciao ciao!

      Elimina
  3. Adesso della Gamberale sarà anche per me la mia prossima lettura! Non ho mai letto nulla si suo e spero che non mi deluda! La scelta di Sigmung mi incuriosisce molto...magari ci faccio un pensierino per il prossimo mese, per ora aspetto la tua recensione! Rosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me è piaciuto molto Per 10 minuti della Gamberale, spero che questo sia altrettanto delicato! un bacio grosso.

      Elimina
  4. La scelta di Sigmund l'ho scoperto da pochi giorni e mi incuriosisce un sacco ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è esattamente il mio genere, ma ha incuriosito anche me! vedremo, vi farò sapere...

      Elimina
  5. Adesso della Chiaretta è già mio! Complimenti per il numero delle tue letture settimanali, sono quasi i libri che leggo io in un mese...svela mi il trucco dai! Anche le Devoto voglio leggere dopo tante recensioni entusiastiche :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha Cuore, il trucco c'è eccome! la rubrica "settimana librosa" dovrei ormai intitolarla "mese libroso", non sono mai puntuale con i post. Sono passate due settimane e più dall'ultima puntata. Ecco svelato l'arcano.

      Elimina
    2. Evvivaaaaa! Io tartarughina :-(

      Elimina
    3. Evvivaaaaa! Io tartarughina :-(

      Elimina
  6. ciao Tessa come sempre letture favolose, I garbati maneggi delle signorine Devoto mi garba parecchio :) e come sai anche il libro che racconta di Efisia mi ispira tantissimo, sicuramente sono da leggere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chicca! ti saprò dire delle Signorine Devoto, mentre Efisia te lo consiglio!
      un bacione, a presto!

      Elimina
    2. grazie Tessa Efisia è gia finito in wish list :)

      Elimina
  7. anche io ho sul comodino "i gentili maneggi" e non vedo l'ora di iniziarlo!
    http://www.audreyinwonderland.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora ci riaggiorniamo dopo averlo letto! baci :)

      Elimina
  8. Adesso è perfetto per prendersi delle pause dal mattone della Mondadori. A me è piaciuto, anche se con la Gamberale ho avuto un specie di amore e odio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo inizierò presto! peraltro in giro ho letto pareri discordanti. felice di sapere che ti è piaciuto!

      Elimina

Posta un commento