Lettori fissi / segui il blog!

La mia settimana librosa 2.# 7

Buongiorno lettori! oggi primo giorno di primavera e pure giorno di eclissi! speriamo le congiunzioni astrali siano favorevoli.
Settimana in Libreria, vediamo le novità!
Ho letto La signorina e l'amore di Giovanna Mozzillo (una persona davvero di una gentilezza squisita), un romanzo che mi ha conquistata per la sua prosa antica e poetica. Un'esperienza assolutamente nuova. Qui trovate la recensione.

Ho finito da poche ore un libro che mi ha totalmente "presa" per quasi una settimana, L'albero velenoso della fede di Barbara Kingsolver. Ecco, questa è una di quelle storie che ti rimangono dentro; all'inizio non l'ho capita, ho fatto fatica, poi l'ho apprezzata ed alla fine l'ho amata profondamente. E' il racconto di una famiglia di missionari nel Congo belga degli anni '60. Non so da dove cominciare a recensirlo...ma presto partorirò qualche idea (speriamo non sia una gravidanza da balena!). 

Non ho le idee chiarissime su cosa leggerò adesso; in rete ho trovato questo post che seleziona alcuni romanzi stranieri imperdibili del 2014 (link). ORRORE, non ne ho letto neanche uno! volevo correre ai ripari. La mia scelta è caduta, per comodità (l'ho trovato in biblioteca), su La fragile costellazione della vita di Anthony Marra. Ammetto che sinossi e copertina non mi invogliano particolarmente, ma oggi inizio..e poi vi farò sapere.
La vita non è mai una linea retta. E la sua era un'orbita irregolare attorno a una stella oscura, una falena che girava attorno a una lampadina fulminata, alla ricerca della luce che aveva racchiuso. Un uomo e una bambina fuggono nei boschi; alle loro spalle, una casa in fiamme, distrutta dai soldati russi che hanno arrestato il padre della bambina e che ora stanno cercando anche lei. L'uomo si chiama Achmed: medico (incompetente) di professione, artista (mancato) per vocazione, nella vita ha sbagliato tutto, ma ora non può fallire, deve salvare la piccola Havaa, figlia di colui che un tempo era il suo migliore amico. È pronto a rischiare la vita pur di portarla in città, è disposto a tutto pur di chiedere aiuto a una donna di cui conosce soltanto il nome: Sonja. Lei fa il chirurgo, e ha abbandonato una brillante carriera a Londra per tornare in Cecenia a cercare la sorella scomparsa. Insieme a un'unica infermiera, gestisce ciò che resta dell'ospedale della città, dove è più facile procurarsi munizioni che garze, le suture si fanno con il filo interdentale, e due soli reparti sono ancora in funzione: maternità e traumatologia. Perché la vita, dopo anni di guerra, ormai è semplice, essenziale: si nasce, si muore. Grazie ad Havaa, nel corso di cinque giorni cruciali, Achmed e Sonja scopriranno gli intrecci invisibili che legano da sempre le loro strade. Perché Havaa è la forza che attrae i destini in un'unica orbita..


Poche entrate libresche questa settimana, vi segnalo un giallo che tenevo d'occhio da un po' e che è entrato nel circuito di scambio tra amiche book- addicted, sarà una mia prossima lettura!Belinda Bauer, Blacklands (2011), ecco la copertina dell'edizione inglese.


Steven Lamb ha dodici anni e scavare buche nell'Exmoor ha dato uno scopo alla sua vita. Spera di trovare un corpo. Sono passati quasi vent'anni da quando lo zio Billy, allora undicenne, è scomparso, e anche se tutti sono convinti sia tra le vittime di Arnold Avery, serial killer ora in carcere, la nonna di Steven lo sta ancora aspettando. Intanto, la famiglia intorno a lei va in pezzi, incapace di superare una perdita così crudele. Per chiudere finalmente i conti con il passato, Steven decide di scrivere ad Avery una lettera anonima, e di chiedergli di rivelare il luogo in cui ha sepolto il fratello di sua madre. Ma appena Avety capisce di avere di fronte un bambino, in lui ritorna prepotente l'istinto omicida. Tra le brughiere avvolte dalla nebbia del sud dell'Inghilterra, comincia un gioco molto pericoloso tra un ragazzino disperato e un serial killer annoiato...

Per oggi è tutto! e voi?? cosa leggete? cosa mi consigliate? fatevi sentire!

Commenti

  1. Ciao Tessa!! Grazie per essere passata da me.. :))
    Cavoli, della lista degli imperdibili 2014 non ne ho letto nessuno anche io.. Mamma mia! O.O
    Però ho "La nave di Teseo" e confermo, è bellissimo già solo da guardare!!!! *_*

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari